Gianni morandi - Che me ne faccio del latino

Che me ne faccio del latino, no, no, no no
Se devo dire pane al pane ne ne ne ne
Se devo dire vino al vino, no, no, no no
Che me ne faccio del latino, no, no, no no

È un osso duro per me
Sapete perché lo devo studiar
Ma non lo posso parlar
Non sono un cretino
Ma sempre in latin0 prendo tre

Con il francese tradurrei John Holliday
E con l'inglese Frank Sinatra capirei
Col brasiliano Joao Gilberto ascolterei
E la figura del suonato non farei
E invece piovono tre sapete perché
Ovidio Nasone non è un tipo per me
E poi Cicerone
È un gran chiacchierone
Credi a me

Se l'aritmetica serve a contar
Se la grammatica serve a parlar
Se la ginnastica serve a saltar
Al professore chiederò


Che me ne faccio del latino, no, no, no no
Se scrivo male l'italiano, no, no, no no
Se in casa parlano in romano, no, no, no no
Che me ne faccio del latino, no, no, no no

È un osso duro per me
Sapete perché Cornelio Nepote
Non è un tipo per me
E Cesare Augusto
Non era un gran fusto, credi a me

Che me ne faccio del latino, no, no, no no
Se devo dire pane al pane ne ne ne ne
Se devo dire vino al vino, no, no, no no
Che me ne faccio del latino, no, no, no no

È un osso duro per me
Sapete perché lo devo studiar
Ma non lo posso parlar
Non sono un cretino
Ma sempre in latino prendo tre

Writers: Luciano Beretta , Mario Bertolazzi , Marcello Marchesi

Lyrics © Universal Music Publishing Group

Lyrics licensed by LyricFind