Gianni togni - Notte di città

Notte di città
Coi tacchi da rifare
Con lei non ti conviene scherzare
Se ti segue pensa a scappare

Guarda dove vai
Ha in tasca una pistola
Ma è un po' nervosa e va da sola
Con un calcio spacca una vetrina

No, no, no, no, no, no, no, no, no
Notte con il giallo nei semafori
Suona tutto anche tanghi ma vorrebbe solo jazz per le strade
Notte per rubare nelle macchine
Per entrare in un locale litigare senza poi pagare

Dorme in un hotel
Si sveglia all'improvviso
Si mette qualche cosa a caso
Ed esce col suo maledetto sorriso


Va per la sua via
Nei posti senza polizia
Con sé non ha mai documenti
Ma una cicca sempre spenta tra i denti

No, no, no, no, no, no, no, no, no
Notte con un letto da dividere
Per giocare in santa pace
Parlare con un filo di luce
Notte notte buona per nascondersi
Per fare un salto alla stazione
O perdere del tutto la ragione

No, no, no, no, no, no, no, no, no
Notte nella cabina di un telefono
Su un ponte di ferro antico
Disperatamente cerchi un amico
Notte che si mette a far la stupida
Che si mangia le unghie e legge
E non sa che l'hanno messa fuorilegge

Notte di città
Con un buco nei collants
Con un capello a tese larghe
Cammina a passi svelti da qualche parte
Notte di città
Che fa il suo mestiere
Tu vedi di non farti vedere
Ci mette poco a darti una lezione

Writers: Guido Morra

Lyrics © Sugarmusic s.p.a.

Lyrics licensed by LyricFind