M-art / ronzi - Marea (cicatrice) [feat. raize]

La destinazione mentale è il tragitto
Io che giro in giro con un cuore trafitto sconfitto da ste leggi tipo reggi l' abisso
Che ai seggi eleggi i peggio e quindi hai casa in affitto
Chiuso in casa in camera a guardare il soffito
Caso chiuso incamera in camera d' aspetto
Ricordo di Domenica mia nonna il soffritto
Il sorriso di una donna che comunque ha sofferto ma ha gia' vinto ma t'aspetto qui...
Stiamo strade diverse
Siamo stelle comete
Come dire che ho fame
Ma non colma la sete
Siamo istinti animali
Animati da una penna
Noi fogli da riempire con il sangue di chi parla (Di chi parla)
E' perche' spesso non sa manco il senso il verso di cio' che dice
Io che ho promesso a me stesso d' essere diverso per stare felice
Siamo i pittori di un cuore diviso dipinto su un muro pieno di vernice
Siamo per sempre indelebili non puoi cancellare una cicatrice.
Che l'alta marea assalta chi crea
Giu negli abissi rimango in apnea
Una cicatrice qua è un segno che lasci
Una strada che corri
Il dolore che crea
La musica è la dea (Ye)
Mors tua vita mea (Ya)
Cerco un posto in platea
Non non ho idea
Di ciò che sarà
Spiegamela questa
C'è n'ho perso di tempo ma sembra
Non voglia capire
Chi davvero resta
Calpesta le spine
Sotto la tempesta
Ed aspetta
Che le cicatrici
All'apparenza
Ci han divisi
Ma non ti interessa
Voglio che mi avvisi
Pure se in partenza
Perchè ciò che ammisi
Non ti da coerenza
Calchi
La mia schiena che è un foglio coperto di graffi
Non vedi che sbagli a fare del bene a chi t 'ha preso a schiaffi
Bloccati nel traffico colmo di sguardi
Sembrava tutto rose e fiori
Sgombra casa che domani resti fuori
L'orma che hai lasciato ormai ha segnato
I nostri bei momenti che forse tu ignori
Mancava solo che t' implorassi
In questa manica mancano gli assi
Rumore imponente di passi
Ma tu non passi piú
Piú forte incassi e col tempo so che questi sassi li manderó giú
Meglio non ricordare poi quello che fu
Fuggi che mi distraggo davanti la tv (youu)
Che l'alta marea assalta chi crea
Giu negli abissi rimango in apnea
Una cicatrice qua è un segno che lasci
Una strada che corri
Il dolore che crea
La musica è la dea (Ye)
Mors tua vita mea (Ya)
Cerco un posto in platea
Non non ho idea
Di ciò che sarà
Che l'alta marea assalta chi crea
Giu negli abissi rimango in apnea
Una cicatrice qua è un segno che lasci
Una strada che corri
Il dolore che crea
La musica è la dea (Ye)
Mors tua vita mea (Ya)
Cerco un posto in platea
Non non ho idea
Di ciò che sarà

Writers: Matthia Maruzzella , Francesco Ronzani

Lyrics © DistroKid

Lyrics licensed by LyricFind