Eman - 3 a.m.

Spengo la luce della lampada ed entro in cucina
Accendo un'altra sigaretta e mi stappo una birra
Mentre in TV va in onda il circo io affetto un limone
Osservo il giro di lancette e attendo l'emicrania
Mentre cigola una porta ed un cane abbaia
Ed ora che le scimmie mordono I leoni
È tempo di uscire fuori anche se fuori piove

Io cammino solo e son le 3 di notte
Tra canti di ubriachi e di metronotte
Mi segue un'ombra che mi fa il verso
E guido come un pazzo con I fari spenti
Ho il dubbio del vigliacco prima dello schianto
Ho un dolore che mi tiene il passo


Non so se è freddo o noia che mi passa dal cappotto
Ma me ne frego e con la mano frugo nella tasca
Ne accendo un'altra per sentirmi un poco meno solo
Non so dove ho le chiavi e neanche dove ho parcheggiato
Cammino ancora qualche metro e giro l'isolato
Poi forse incontro Dio in mezzo a della gente
Mi guarda con lo sguardo di chi non può farci niente

Anch'io cammino solo e son le 3 di notte
Con la luce dei lampioni sopra le mignotte
Anch'io ho un'ombra che mi fa il verso
E guido come un pazzo con I fari spenti
Ho il dubbio del vigliacco prima dello schianto
Ho un dolore che mi tiene il passo
Ti siedi accanto e non ti chiedo niente
Quanto lunga è la notte se ti manco un poco
Perché ci vuol coraggio per avere un figlio
Perché ci sono giorni in cui non cala il vento
E a camminarci contro io mi sento stanco
Mi dici io mi fermo qui, continua solo
Mi specchio nei tuoi occhi e vedo un altro uomo

Io cammino solo e son le 3 di notte
Tra canti di ubriachi e di metronotte
Mi segue un'ombra che mi fa il verso
E guido come un pazzo con I fari spenti
Ho il dubbio del vigliacco prima dello schianto
Ho un dolore che mi tiene il passo
Anch'io cammino solo e son le 3 di notte
Con la luce dei lampioni sopra le mignotte
Anch'io ho un'ombra che mi fa il verso
E guido come un pazzo con I fari spenti
Ho il dubbio del vigliacco prima dello schianto
Ho un dolore che mi tiene il passo

Lyrics licensed by LyricFind